Dalla carta al formato elettronico

I faldoni accumulati nei decenni non sono più adeguati per le esigenze moderne. Reperire le informazioni nei fascicoli cartacei è una sfida sempre più difficile. La trasformazione dell’archivio cartaceo delle pratiche edilizie in un archivio elettronico mette in sicurezza l’archivio e lo rende immediatamente consultabile dalle postazioni comunali

Più efficienza, più servizi, più risparmi

L’archivio elettronico delle pratiche edilizie è la svolta che permette al personale dell’ufficio tecnico di ritrovare qualsiasi informazione in pochi minuti.

Video presentazione

Guarda il nostro processo produttivo.

Archivio Edilizio Digitale

Punti di forza

1

Qualità

Il servizio di conversione può essere finanziato e svolto una sola volta e pertanto crediamo che non ci siano compromessi tra risparmi e qualità dei lavori, che deve consentire un risultato definitivo nel tempo.

2

Costanza

Per noi la conversione delle pratiche edilizie è una missione che portiamo avanti dal 2004 con continuità. Un processo di miglioramento continuo ci ha portato a garantire i massimi standard sulla qualità della nostra lavorazione.

3

Approccio analitico

Non si tratta di una mera fotocopia ma di una manipolazione approfondita di ogni singolo documento della pratica per individuare dati ed allegati da digitalizzare.

4

Impatto zero

Tutte le fasi del servizio sono svolte dal personale Euroged, senza nessun onere organizzativo ed intervento del personale comunale.

Come funziona?

Dal prelievo presso la vostra sede fino alla riconsegna in formato digitale!

infografica

Ritiro e Riconsegna

Il personale Euroged preleva i faldoni dagli scaffali del Comune e li trasferisce nel laboratorio di Rivoli (TO), dove vengono custoditi in un idoneo magazzino archivistico, a fine lavorazione Euroged restituisce le pratiche lavorate nel locale indicato dal Comune.

Data entry in gestionale

La pratica viene esaminata per ritrovare le informazioni che possono essere inserite direttamente nel software gestionale che il Comune già usa. L’inserimento diretto nel gestionale garantisce la certificazione del dato. Ogni faldone ed ogni pratica lavorata vengono contrassegnati da una etichetta barcode di catalogazione.

Cernita allegati

La pratica viene esaminata per individuare i singoli allegati che saranno digitalizzati. Euroged concorda con il Comune una griglia di censimento. Dentro ogni pratica vengono creati due sottofascicoli, uno con i documenti selezionati e uno con i documenti non digitalizzati.

Scansione A4-A3 + tavole

Euroged crea un singolo PDF per ognuno degli allegati e delle tavole. A partire dai dati imputati nel gestionale e successivamente estratti, Euroged crea nomi di files parlanti. L’archivio elettronico in questo modo è interoperabile ed importabile anche in sistemi gestionali diversi da quello in uso.

Import in gestionale

L’archivio elettronico viene importato nel software gestionale. La consultazione dell’archivio elettronico delle pratiche avviene direttamente dal software e può essere collegato alle cartografie e ai sistemi informativi territoriali.

Helpdesk

Il servizio include la garanzia di recapito telematico entro 4 ore lavorative di qualsiasi pratica il Comune avesse bisogno durante il periodo di lavorazione, che di solito dura un mese dalla data del ritiro. Inviando una mail o telefonando ad Euroged il Comune può richiedere copia di qualsiasi pratica fosse in giacenza presso Euroged.

Clienti

Scopri i comuni che ci hanno già scelto…

Comune di
Venaria Reale (TO)

Comune di
Varese (VA)

Comune di
Asti (AT)

Comune di
Vado Ligure (SV)

Comune di
Cornedo Vicentino (VI)

Comune di
Settimo Torinese (TO)

Comune di
La Salle (AO)

Comune di
Nichelino (TO)

Comune di
Pino Torinese (TO)

Comune di
Leinì (TO)

Comune di
Gaglianico (BI)

Comune di
Solbiate (MI)

Comune di
Zanica (BG)